Mezzogiorno Produttivo

BIT, Matera: "Campania terra di accoglienza e ospitalità"

Feb 19 Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Campania protagonista alla BIT. La Regione Campania presenta alla Borsa Internazionale del Turismo di Milano un ampio programma per la stagione turistica 2018, che punta principalmente su turismo culturale ed enogastronomico. "Il turismo in Campania sta cambiando volto grazie a strategie condivise, coordinate e di respiro internazionale attraverso le quali la nostra Regione sta diventando una meta turistica sempre più appetibile" dichiara, infatti, l'assessore alla promozione e sviluppo del Turismo della Regione Campania, Corrado Matera.

Lo spazio espositivo campano, partendo dalle province e arrivando alle isole, ha rappresentato tutto lo spettro di offerte ricettive, culturali e di ristorazione, con un'attenzione particolare al territorio e alle sue eccellenze. "Quella presentata quest'anno è una Campania aperta, che ha dato voce alle proposte turistiche di tutte le province, dai grandi centri alle aree interne, all’insegna dell’accoglienza e dell’ospitalità, valori che da sempre ci contraddistinguono” dichiara soddisfatto Matera, che aggiunge: “Nel 2017 abbiamo raggiunto risultati importanti in termini di presenze alberghiere ed extralberghiere, affluenza straordinaria nei nostri Musei, ulteriore valorizzazione del patrimonio enogastronomico con il recente riconoscimento Unesco per l’arte del pizzaiuolo".

La vetrina della BIT di Milano offre ogni anno la possibilità ad aziende e associazioni internazionali di incontrare viaggiatori ed operatori turistici da tutto il mondo. Anche quest'anno, dall'11 al 13 febbraio, la Mostra Internazionale del Turismo ha abbondantemente soddisfatto il suo pubblico con un incremento delle visite pari al 3,1% in più - secondo i dati riportati dall'Iriss - rispetto agli anni precedenti. Più di 240 espositori provenienti da 72 paesi e 1.500 buyers internazionali provenienti da 79 paesi. “La XXI Edizione della BIT, che raccoglie 51 contributi alla cui redazione hanno partecipazione circa settanta autori tra i maggiori esperti di turismo - spiega il direttore dell’Iriss-Cnr Alfonso Morvillo - si configura quale strumento di supporto per le scelte strategiche di tutti gli attori, pubblici e privati, che direttamente o indirettamente sono coinvolti nel settore del turismo italiano”.

Un vero e proprio successo, quindi, al quale ha contribuito fattivamente anche la Regione Campania con la sua esposizione, che nei tre giorni della mostra nel quartiere espositivo di Fieramilanocity ha presentato nuovissimi progetti di eccellenza. Protagonista indiscussa della sezione campana è stata senza dubbio la SCABEC S.p.a. che ha portato i suoi cavalli di battaglia e nuove proposte progettuali. tra le quali Campania Artecard, il Museo Madre, Il Museo di arte contemporanea Donnaregina e il Progetto Unesco.

E' proprio nell'ambito dell'attività turistica, inoltre, che la Regione insieme con i comuni dei Campi Flegrei quali Pozzuoli, Bacoli e Monte di Procida, ha deciso di scegliere la Mostra Internazionale del Turismo per rivendicare, ancora una volta, la loro candidatura tra i siti tutelati dall'Unesco come patrimonio dell'Umanità. Ed è stato proprio 'Campi Flegrei Innovazione' - questo il titolo del progetto - a rappresentare un vero e proprio filo conduttore per gli eventi campani al BIT. Non a caso, infatti, è stato scelto Paolo Giulierini, direttore del Mann - Museo archeologico nazionale di Napoli per presentare il Parco Archeologico dei Campi Flegrei. "Musei e siti archeologici dell'area flegrea non devono essere avulsi dal contesto", afferma soddisfatto Giulierini, che aggiunge: "Al contrario, devono entrare a far parte del tessuto urbano, della vita quotidiana della cittadinanza ed essere materialmente vissuti. I musei dovranno aprirsi ai territori, come già avviene per il Mann".

Il 2018, inoltre, si rivela l'anno del vino e del cibo italiano nel mondo e la Campania si presenta come la destinazione favorita dell'enogastronomia turistica e del prodotto tipico locale. “La Campania si conferma una delle prime regioni italiane per produzione agroalimentare e capacità attrattivo-culturali. Basti pensare che gli unici due elementi italiani iscritti nella lista dell’UNESCO del patrimonio culturale immateriale sono Campani: la Dieta mediterranea iscritta nel 2010 e, da quest'anno, l'Arte dei pizzaiuoli napoletani” spiega Filippo Diasco, direttore generale alle Politiche agricole e forestali della Regione Campania. Dichiarazioni che trovano conferma anche nel fatto che nei tre giorni della BIT sono stati in porgramma anche degustazioni a cura di chef stellati dell'Ente bilaterale del turismo campano.

”Siamo sulla strada giusta" afferma soddisfatto l'assessore regionale Matera, che prosegue: "Siamo di fronte ad un’inversione di tendenza, rispetto agli anni precedenti, grazie al lavoro dell’amministrazione di Vincenzo De Luca. Un impegno che consente al 'brand' Campania di posizionarsi efficacemente a livello internazionale, tra le prime destinazioni turistiche 2018”.

Seguici su Facebook! Diventa nostro Fan!

Joomla Facebook Like Popup

TAG: turismo    economia    politica    campania    campania innovazione    bit    primapagina   
Pubblicato in Politica
Devi effettuare il LOGIN/ACCESSO, tramite il modulo in fondo la pagina, per aggiungere COMMENTI. Se non sei già un utente autenticato, devi REGISTRARTI prima tramite lo stesso modulo.

in Evidenza su Politica

Trovaci su Facebook

 
HomePoliticaBIT, Matera: "Campania terra di accoglienza e ospitalità" Top of Page

Ultime Notizie

Questo sito utilizza i cookie per consentire una migliore navigazione

Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.