Mezzogiorno Produttivo

Incentivi, Resto al Sud: è boom di richieste

Feb 16 Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Oltre cinquemila domande presentate o in compilazione in sole tre settimane. Questi sono i numeri di "Resto al Sud", la campagna di incentivi recentemente promossa dal Governo e gestito da Invitalia.

Il piano è progettato specificamente per i giovani under 36 che hanno un'idea di impresa da realizzare unicamente al Sud. I piani di impresa già presentati e passati al vaglio degli specialisti di Invitalia sono più di 800, dei quali la valutazione è già in corso e si svilupperà a turno, in ordine cronologico di arrivo. 

 

Gli incentivi

Sul piatto, coperture fino al 100 per cento delle spese facenti parte del progetto di start up di impresa. Di questi un considerevole ammontare sarà a fondo perduto (il 35 per cento) mentre la restante parte, garantita dal Fondo di Garanzia delle Pmi, verrà erogata dalle banche coinvolte nell'operazione, che vedranno rientrare i capitali investiti nell'arco di 8 anni con l'ammontare di interessi complessivi dell'operazione interamente a carico dello Stato.

Le proposte finora pervenute prevedono investimenti per un ammontare complessivo di 56,3 milioni di euro, con richieste di agevolazioni per 26,5 milioni - specifica Invitalia in una nota - e la creazione di 3.201 nuovi posti di lavoro. Il finanziamento medio richiesto è di circa 66mila euro per progetto.

Fra le banche che hanno preso parte all'iniziativa figurano: Mediocredito Centrale-Banca del Mezzogiorno e Unicredit e otto sono le regioni interessate dall'incentivo, guidate da Campania, Sicilia, Calabria che hanno espresso la maggior parte di richieste di finanziamento di progetti imprenditoriali. 

 

I giovani e il Sud

"Con Resto al Sud mettiamo in condizione i giovani di inventarsi un lavoro e non semplicemente di aspettarlo o di essere costretti a cercarlo lontano dalla propria terra d’origine", spiega l'amministratore delegato di Invitalia, Domenico Arcuri,  che aggiunge: "I numeri ci confermano che nel Mezzogiorno c'è una forte vocazione imprenditoriale da incoraggiare e sostenere. Per il secondo anno consecutivo, infatti, il Sud è cresciuto più del Nord. Siamo convinti - conclude Arcuri - che gli under 36 stiano cogliendo l’opportunità di avviare un'impresa con un incentivo che per la prima volta può coprire il 100% degli investimenti e che consente di abbattere il muro, spesso invalicabile soprattutto nel Mezzogiorno, dell'accesso al credito".

TAG: incentivi    impresa    resto al sud    giovani    lavoro    discoccupati    primapagina   
Pubblicato in Impresa
Devi effettuare il LOGIN/ACCESSO, tramite il modulo in fondo la pagina, per aggiungere COMMENTI. Se non sei già un utente autenticato, devi REGISTRARTI prima tramite lo stesso modulo.

in Evidenza su Impresa

Trovaci su Facebook

 
HomeImpresaIncentivi, Resto al Sud: è boom di richieste Top of Page

Ultime Notizie

Questo sito utilizza i cookie per consentire una migliore navigazione

Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.