Mezzogiorno Produttivo

INVITALIA Incentivi Impresa Donne e Under 35

Ott 03 Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

 

Imprese a tasso zero: ecco i nuovi incentivi per gli under 35 e per le donne.

Ai principi di Settembre, più precisamente il giorno sette, Invitalia ha reso noto, a mezzo comunicato stampa, che sono stati fissati i criteri e le modalità di concessione degli incentivi a tasso zero dedicati alle donne e ai giovani tra i 18 e i 35 anni di età che vogliono creare nuove imprese.

Per la presentazione delle domande di agevolazione, è necessario attendere il provvedimento del Ministero dello sviluppo economico che indicherà sia i tempi che le modalità. È possibile però già ora avere un quadro di insieme sufficientemente esaustivo, farsi un’idea degli incentivi.

Sono stanziati fondi destinati a nuove agevolazioni per sostenere, su scala nazionale, la nascita e lo sviluppo di micro e piccole imprese caratterizzate da prevalente o totale partecipazione giovanile o femminile. I finanziamenti, senza interessi, sono destinati a progetti di investimento fino a 1,5 milioni di euro.

Sono finanziabili i progetti per investimenti destinati alla produzione di beni nei settori dell’industria, dell’artigianato e della trasformazione dei prodotti agricoli o servizi, in tutti i settori, compresi il commercio e il turismo. Un’attenzione particolare è stata riservata alle attività di innovazione sociale, a quelle legate alla filiera turistico-culturale, alle iniziative di valorizzazione del patrimonio culturale e ambientale.

Possono presentare domanda di accesso alle agevolazioni le imprese costituite al massimo da 12 mesi.

I programmi di investimento approvati potranno accedere a mutui agevolati a tasso zero della durata massima di 8 anni e di importo massimo pari al 75% delle spese ammissibili. Le imprese che vorranno accedere al finanziamento dovranno quindi assicurarsi la copertura finanziaria della restante parte del programma di investimento con risorse proprie.

Le imprese beneficiarie dovranno realizzare gli investimenti previsti entro entro 24 mesi dalla firma del contratto di finanziamento con Invitalia.

Abbiamo contattato Alessio Piras, dottore commercialista esperto in finanza agevolata e finanza aziendale, per avere qualche chiarimento all’indomani del comunicato stampa di Invitalia.

 D. Questa è una nuova misura?

R. No, si tratta dell’Autoimprenditorialità (D. Lgs. 185/2000 Tit. I) che è stata rivista dal MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO di concerto con il MINISTRO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE con DECRETO 8 luglio 2015, n. 140. Regolamento recante criteri e modalità di concessione alle agevolazioni di cui al capo 0I del titolo I del decreto legislativo 21 aprile 2000, n. 185.

 D. Quali sono le spese ammissibili?

R. Le spese ammissibili sono quelle, necessarie alle finalità del programma di investimento, relative all’acquisto di beni materiali e immateriali e servizi rientranti nelle seguenti categorie:

a)      suolo aziendale;

b)      fabbricati, opere edili/murarie, comprese le ristrutturazioni;

c)       macchinari, impianti ed attrezzature varie nuovi di fabbrica;

d)      programmi informatici e servizi per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC) commisurati alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa;

e)      brevetti, licenze e marchi;

f)       formazione specialistica dei soci e dei dipendenti del soggetto beneficiario, funzionali alla realizzazione del progetto;

g)      consulenze specialistiche.

 

D. Quale è la procedura di accesso?

R. Le agevolazioni di cui al regolamento citato sono concesse sulla base di una procedura valutativa con procedimento a sportello. L’apertura dei termini e le modalità per la presentazione delle domande di agevolazione saranno definite dal Ministero (pubblicata nel sito internet www.invitalia.it e www.mise.gov.it, ferma restando la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana).

D. Anche le società di capitale possono accedere a tali agevolazioni?  Testualmente l’art. 5 indica che possono beneficiare delle agevolazioni le imprese costituite in forma societaria, ivi incluse le società cooperative. Si deduce che potranno partecipare sia società di capitale che di persone ma potrebbe essere chiarito nel prossimo provvedimento se ci sono ulteriori limitazioni.

D. Potremmo sapere la sua opinione in merito a questa misura?

R. Ritengo che sia una grandissima opportunità per le donne imprenditrici e per i giovani imprenditori che avendo un’idea brillante ed un capitale proprio pari almeno al 25% dell’investimento ipotizzato, non potendo contare sull’accesso al credito tradizionale, possono con quest’iniziativa realizzare la loro business idea.

Non sono contrario all’estensione territoriale a tutta l’Italia, fa aumentare la competizione, e quindi la selezione delle imprese più meritorie. Forse, per le imprese localizzate nelle regioni considerate più svantaggiate, sarebbe stato opportuno inserire una premialità, come una piccola componente a fondo perduto oltre al prestito a tasso zero, sul modello dello Smart&Start Italia.

 

Differenza tra la nuova e la precedente forma di agevolazione. Fonte Studio Piras

 

Prima

Oggi

È rivolta

alle imprese composte in maggioranza – dei soci e dei capitali - da giovani tra i 18 e i 35 anni.

alle imprese composte in maggioranza – dei soci e dei capitali - da giovani tra i 18 e i 35 anni.

Finanzia

la produzione di beni e la fornitura di servizi in diversi settori. Era, inoltre, prevista una dotazione finanziaria specifica, a valere sul Programma Operativo Interregionale "Attrattori culturali, naturali e turismo" FESR 2007/2013, Asse 2, Ob. Op. II.1. per lo sviluppo delle imprese turistiche e/o connesse alla fruizione culturale e naturalistica degli attrattori ricadenti nei Poli di attrazione culturali, naturali e/o paesaggistici localizzati nei Comuni delle regioni Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.

le iniziative che

prevedono programmi di investimento relativi:

a) alla produzione di beni nei settori dell’industria,

dell’artigianato, della trasformazione dei prodotti

agricoli;

b) alla fornitura di servizi, in qualsiasi settore;

c) al commercio e al turismo;

d) alle attività riconducibili anche a più settori (vedere art.6 comma 1 lettera d del decreto per specifiche).

Sostiene investimenti

non superiori a 2,5 milioni di euro.

non superiori a 1,5 milioni di euro.

Agevolazioni Previste

contributo a fondo perduto
mutuo agevolato.

finanziamento agevolato per

gli investimenti, a un tasso pari a zero, della durata massima

di otto anni e di importo non superiore al 75% della spesa ammissibile.

Regioni interessate

Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Regioni italiane

 

_________________________________________

Alessio Piras, consulente aziendale dal 2003 consegue nel 2007 l'abilitazione a dottore commercialista e nel 2010 ha concluso il dottorato di ricerca in STIM, collabora con le cattedre di Economia e Gestione delle Imprese e di Strategie e Politiche di Marketing presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II.
In qualità di consulente direzionale ed esperto di finanza aziendale e finanza agevolata da anni collabora con studi di consulenza aziendale di rinomata reputazione a livello regionale e nazionale per la realizzazione di studi di fattibilità economico-finanziaria e per la redazione di business plan. Ha collaborato con la Federazione Italiana Agenti di Viaggio e Turismo (FIAVET) Campania-Basilicata ed ha partecipato anche alla realizzazione di eventi in ambito turistico a livello comunale e regionale.Nel 2014 ha collaborato con la Confapi Napoli in qualità di consulente strategico.
Collabora attivamente con l’ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Napoli, in particolare come coordinatore scientifico della Commissione Finanza e Mercati Finanziari.
Ricopre la carica di Tesoriere dell'Associazione Italiana Rating Advisory (AIRA).
Per ulteriori informazioni ed approfondimenti, è possibile contattare Alessio Piras all'indirizzo e-mail: mailto:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Su Mezzogiorno Produttivo potrebbe interessarti anche: Fondo rotativo Campania, stanziati 27 mln per le Pmi

 

Seguici su Facebook! Diventa nostro Fan!

Joomla Facebook Like Popup

TAG: pmi    primapagina    Alessio_Piras    invitalia   
Pubblicato in Impresa
Devi effettuare il LOGIN/ACCESSO, tramite il modulo in fondo la pagina, per aggiungere COMMENTI. Se non sei già un utente autenticato, devi REGISTRARTI prima tramite lo stesso modulo.

in Evidenza su Impresa

Trovaci su Facebook

 
HomeImpresaINVITALIA Incentivi Impresa Donne e Under 35 Top of Page

Ultime Notizie

Questo sito utilizza i cookie per consentire una migliore navigazione

Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.