Mezzogiorno Produttivo

Fondo rotativo Pmi Campania, al via la selezione di progetti

Giu 05 Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

E’ partita la selezione dei progetti imprenditoriali ad alto contenuto di innovazione per l’ammissione al finanziamento messo a disposizione dal Fondo rotativo per lo sviluppo delle Pmi campane, Misura Start-up. Il Bando (di cui è possibile scaricare una sintesi cliccando qui) intende favorire la nascita di nuove imprese sul territorio campano, formate in prevalenza da giovani under 35 e donne, mediante la concessione di finanziamenti a tasso agevolato da restituire in 7 anni con un periodo di differimento di 24 mesi.

Sono ammissibili tutte le imprese che operino o che prevedano di operare nei settori definiti dai codici Ateco 2007 eccetto le limitazioni derivanti dalle vigenti normative dell’Unione Europea. Il Bando ha una dotazione di 30 milioni di euro e finanzia programmi di investimento di importo compreso tra un minimo di 25mila e un massimo di 250mila euro copertura del 100 per cento del programma di investimenti ammissibile.

Quali le prospettive per le imprese? E quali i dettagli significativi della misura? Fabio Castiglione ne discute con Alessio Piras, commercialista, consulente direzionale ed esperto di finanza aziendale e finanza agevolata.

 

Domanda: Questa misura rappresenta un’opportunità per il nostro tessuto imprenditoriale. Quali caratteristiche deve possedere un’impresa per poter aderire al bando?

Risposta: Nel bando all’art. 6 è specificato che le imprese interessate devono essere composte a maggioranza da giovani under 35 e donne di età superiore ai 18 anni. Bisogna precisare, però che l’amministratore può essere anche un soggetto che non sia in possesso dei suddetti requisiti soggettivi, purché siano rispettati i requisiti di maggioranza sia numerica che di quote. Inoltre, visto che uno dei criteri per il punteggio è la “coerenza tra il know how e le competenze ed esperienze professionali e tecniche della compagine sociale ed il progetto” mi permetto di dire che ben venga, se oltre a giovani alle prime esperienze, la presenza di un “meno giovane” con know how e competenze da trasferire ai più giovani. 

D: I progetti dovranno essere dai contenuti altamente innovativi. Cosa comporta questo per le imprese che vogliono aderire al bando?

R: Precisiamo prima di tutto che per innovazione si intende l’innovazione del prodotto/servizio offerto e del suo potenziale di sviluppo rispetto al mercato. A mio avviso quest’elemento non sarà di semplice dimostrazione per tutti i settori e sarà soggetto ad una certa discrezionalità valutativa.

D: Cioè?

R: Gli imprenditori ed i loro eventuali consulenti dovranno impegnarsi nel dimostrare ad esempio che, rispetto all’analisi della concorrenza, l’innovazione vada ben oltre il semplice utilizzo di nuovi macchinari ma che si  doteranno di macchinari innovativi rispetto alla concorrenza che a loro volta produrranno innovazione di prodotto o di processo.

D: Al bando potranno aderire anche le imprese di nuova costituzione. A chi dovranno essere intestati i preventivi da allegare alla richiesta di finanziamento?

R: I preventivi devono essere intestati ad uno dei soci, preferibilmente a chi sottoscrive il modulo di domanda o, ancora meglio, al futuro legale rappresentate. Inoltre, da questa risposta si comprende quindi che chi sottoscrive la domanda non è detto che sia il futuro legale rappresentante.

D: Riguardo i documenti da presentare all’atto della richiesta, cosa si intende per documentazione bancaria attestante la copertura dell’Iva?

R: Si intende una qualsiasi attestazione rilasciata dalla propria banca che certifichi la disponibilità di un importo pari alla copertura dell’Iva sull’investimento complessivo. Molto probabilmente verrà fornito un format o potrebbe anche darsi che sarà sufficiente presentare estratto conto bancario dal quale si evinca la disponibilità della cifra necessaria. Sicuramente ulteriori chiarimenti verranno dati all’impresa prima della fase di erogazione.

D: Quali sono le scadenze da tenere a mente?

R: Le domande possono essere presentate a partire dal 29 maggio 2014 e fino al 30 settembre 2014.

_________________________________________

Alessio Piras, dottore commercialista, nel 2010 ha conseguito il dottorato di ricerca in Scienze del Turismo ad indirizzo manageriale, collabora con le cattedre di Economia e Gestione delle Imprese e di Strategie e Politiche di Marketing presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II.

In qualità di consulente direzionale ed esperto di finanza aziendale e finanza agevolata da anni collabora con studi di consulenza aziendale di rinomata reputazione a livello regionale e nazionale per la realizzazione di studi di fattibilità economico-finanziaria e per la redazione di business plan. Ha collaborato con la Federazione Italiana Agenti di Viaggio e Turismo (FIAVET) Campania-Basilicata ed ha partecipato anche alla realizzazione di eventi in ambito turistico a livello comunale e regionale.

Collabora attivamente con l’ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Napoli, in particolare come coordinatore scientifico della Commissione Finanza e Mercati Finanziari.

Da alcuni mesi collabora con la Confapi Napoli in qualità di Responsabile dello Sviluppo Associativo e supporta in associazione gli sportelli di prima informazione nell’ambito della finanza agevolata e di accesso al credito.

Per ulteriori informazioni ed approfondimenti, è possibile contattare Alessio Piras all'indirizzo e-mail: mailto:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Su Mezzogiorno Produttivo potrebbe interessarti anche: Fondo rotativo Campania, stanziati 27 mln per le Pmi

Seguici su Facebook! Diventa nostro Fan!

Joomla Facebook Like Popup

TAG: piras    pmi    startup    bandi    incentivi    innovazione    campania    fondo rotativo    news    primapagina    castiglione   
Pubblicato in Impresa
Devi effettuare il LOGIN/ACCESSO, tramite il modulo in fondo la pagina, per aggiungere COMMENTI. Se non sei già un utente autenticato, devi REGISTRARTI prima tramite lo stesso modulo.

in Evidenza su Impresa

Trovaci su Facebook

 
HomeImpresaFondo rotativo Pmi Campania, al via la selezione di progetti Top of Page

Ultime Notizie

Questo sito utilizza i cookie per consentire una migliore navigazione

Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.