Mezzogiorno Produttivo

Economia

Notizie Economia e Finanza dall'Italia, dal mondo, dalle città e regioni del mezzogiorno d'Italia: Campania, Sicilia, Puglia, Calabria, Abruzzo, Basilicata e Molise

Vota questo articolo
(0 Voti)
Immobili, anche a Napoli mercato in crescita
Segnali di ripresa per il mercato immobiliare. Napoli e il suo hinterland, in particolare, registrano un incremento degli acquisti di case del 4,1 per cento. Il dato, il migliore dal 2010, era stato alterato dalle dismissioni del patrimonio immobiliare pubblico del Comune. Tenendo conto di questo fattore, infatti, la città partenopea e la sua provincia farebbe registrare un crollo delle vendite di oltre il 25 per cento.
Vota questo articolo
(0 Voti)
Istat, a maggio cala fiducia imprese
Fiducia delle imprese in calo a maggio. L'indice composito del clima di fiducia delle imprese italiane (Iesi, Istat economic sentiment indicator), scende a 86,9 da 88,8 di aprile.
Vota questo articolo
(0 Voti)
Istat, consumi ancora in calo a marzo
Nuovo calo dei consumi in Italia. A certificarlo è l’Istat, che rileva a marzo 2014 una diminuzione dell'indice destagionalizzato delle vendite al dettaglio
Vota questo articolo
(0 Voti)
Mattone, a Napoli vendite a picco nel 2013. Bene i mutui.
Crollano del 15 per cento le compravendite di immobili a Napoli nel 2013. Il capoluogo partenopeo stabilisce, insieme a Genova, il record poco ambito della città per numero di abitanti con il più forte calo di compravendite di case durante lo scorso anno. Il dato emerge dal Rapporto Immobiliare 2014, lo studio annuale sul mercato delle abitazioni presentato oggi a Roma, realizzato dall’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate e dall’Associazione Bancaria Italiana.
Vota questo articolo
(0 Voti)
Istat, inflazione cresce ad aprile
Inflazione in crescita in Italia. L’Istat conferma, infatti, che nello scorso mese di aprile l'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, ha avuto un incremento dello 0,2 per cento rispetto al mese precedente e dello 0,6 per cento nei confronti di aprile 2013 (dal +0,4 per cento di marzo).
Vota questo articolo
(0 Voti)
by noppasinw
Il board centrale della Bce ha deciso oggi di mantenere i principali tassi di interesse invariati. Il Consiglio direttivo ha deciso, infatti, che il tasso di interesse su operazioni di rifinanziamento principali e i tassi di interesse sul rifinanziamento marginale e di deposito rimarranno invariati a 0,25 per cento, 0,75 per cento e 0.00 per cento rispettivamente. Le motivazioni di tale scelta sono state esplicate durante la conferenza stampa a Bruxeles dal presidente della Bce, Mario Draghi. Le informazioni in arrivo continuano a indicare che la moderata ripresa dell'economia della zona euro sta procedendo in linea con le precedenti valutazioni fatte dalla banca centrale.

in Evidenza su Economia

Trovaci su Facebook

 
HomeEconomia Top of Page

Ultime Notizie

Questo sito utilizza i cookie per consentire una migliore navigazione

Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.