Mezzogiorno Produttivo

Mezzogiorno: più 120mila occupati

Set 22 Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

 

Secondo l’Istat il secondo trimestre dell’anno in corso sembra presentare segnali di ripresa per le regioni del Mezzogiorno d’Italia. Un leggero aumento della produttività ed un incremento della forza lavoro accompagnato da una «… significativa discesa delle ore di Cig».

Resta il divario tra Nord e Sud. L’istat però non ha mancato di sottolineare che seppure si registri un aumento d’occupazione di particolare intensità nel Mezzogiorno, il divario con il Nord non sembra ridursi ma anzi aumentare a dispetto dei 120.000 occupati in più nelle regioni Meridionali.

Gli scoraggiati diminuiscono.
Gli scoraggiati, gli inattivi che non hanno né cercano un lavoro, sempre nel Sud Italia, si riducono, ben -114 mila rispetto all’anno precedente, soprattutto tra i giovani di età compresa tra i 15 ed i 34 anni. Un dato che potrebbe manifestare un minore scetticismo da parte dei giovani del Mezzogiorno circa la possibilità concreta di trovare un lavoro remunerato secondo le proprie aspettative. Aumentano poi gli inattivi per motivo di studio, +77 mila unità rispetto allo stesso periodo nel 2014.

 

Seguici su Facebook! Diventa nostro Fan!

Joomla Facebook Like Popup

TAG: economia    campania    lavoro    primapagina   
Pubblicato in Economia
Devi effettuare il LOGIN/ACCESSO, tramite il modulo in fondo la pagina, per aggiungere COMMENTI. Se non sei già un utente autenticato, devi REGISTRARTI prima tramite lo stesso modulo.

in Evidenza su Economia

Trovaci su Facebook

 
HomeEconomiaMezzogiorno: più 120mila occupati Top of Page

Ultime Notizie

Questo sito utilizza i cookie per consentire una migliore navigazione

Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.