Mezzogiorno Produttivo

Credito a PMI sempre difficile

Gen 21 Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Bollettino Economico Trimestrale di Bank Italia: pur migliorando le condizioni di offerta di credito alle imprese, la stretta creditizia sembra rallentare, per le piccole e medie imprese l’accesso al credito risulta ancora difficile. 

 

Accesso al credito diverso per settori e dimensioni


Gli istituti di credito attuano di fatto una politica di differenziazione, determinata da una percezione di maggiore rischio per alcuni settori rispetti ad altriLa ripresa dell’accesso al credito è influenzata da tali dinamiche di valutazione e pertanto la stretta creditizia si attenua per le imprese operanti nei servizi (-2,4%) e nel manifatturiero (-1,7%) mentre permane un atteggiamento rigido per il comparto edilizio che registra un -5,4%. 

 

Tassi di interesse medio in calo

Sempre sul Bollettino si legge che i tassi di interesse medi, su nuovi prestiti sono scesi gradualmente, pur mantenendosi superiori a quelli dell’area dell’euro. Di fatto, nel periodo agosto-novembre il tasso medio sui nuovi prestiti alle imprese sono scesi al 2,6%.

Determinante la politica della BCE che attraverso il taglio dei tassi ufficiali operato a settembre 2014 ha contribuito a un’ulteriore diminuzione del costo del credito.

Opportuno per le PMI attivare politiche volte a migliorare il proprio rating, lavorando sulla comunicazione per il sistema bancario, anche ricorrendo a specifiche competenze come quelle del Rating Advisory.

 

 

TAG: pmi    Rating_Advisory    Tassi_Interesse    primapagina   
Pubblicato in Economia
Devi effettuare il LOGIN/ACCESSO, tramite il modulo in fondo la pagina, per aggiungere COMMENTI. Se non sei già un utente autenticato, devi REGISTRARTI prima tramite lo stesso modulo.

in Evidenza su Economia

Trovaci su Facebook

 
HomeEconomiaCredito a PMI sempre difficile Top of Page

Ultime Notizie

Questo sito utilizza i cookie per consentire una migliore navigazione

Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.