Mezzogiorno Produttivo

Mattone, a Napoli vendite a picco nel 2013. Bene i mutui.

Mag 14 Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Crollano del 15 per cento le compravendite di immobili a Napoli nel 2013. Il capoluogo partenopeo stabilisce, insieme a Genova, il record poco ambito della città per numero di abitanti con il più forte calo di compravendite di case durante lo scorso anno. Il dato emerge dal Rapporto Immobiliare 2014, lo studio annuale sul mercato delle abitazioni presentato oggi a Roma, realizzato dall’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate e dall’Associazione Bancaria Italiana.

Osservando i dati dal punto di vista delle zone geografiche, il calo degli acquisti di case, che comunque durante lo scorso anno ha subito un lieve rallentamento, ha riguardato maggiormente le aree del Centro (-10,3 per cento) e delle Isole (-10,8 per cento). Seguono il Sud (-9,8 per cento), il Nord Ovest (-8,8 per cento) e il Nord Est (-7,5 per cento). Durante il 2013 in tutti i Comuni le perdite più elevate si sono registrate nelle compravendite di abitazioni monolocali (-10,5 per cento) e piccole (-9 per cento). Unica eccezione il rialzo del 5,6 per cento per le abitazioni medio piccole nei capoluoghi del Nord Est. In generale, la tipologia abitativa più venduta è stata la media.

Migliora, invece, la possibilità di accesso delle famiglie italiane all’acquisto di un’abitazione. Le migliori delle condizioni di accesso all’acquisto di una abitazione hanno riguardato non solo il totale delle famiglie ma anche segmenti di famiglie che continuano a presentare, comunque, particolari fragilità economiche: quelle formate da giovani e quelle residenti nei grandi centri urbani.

In termini distributivi, la quota di famiglie che dispone di un reddito sufficiente a coprire almeno il 30 per cento del costo annuo del mutuo per l’acquisto di una casa è, infatti, di poco superiore al 50 per cento, valore in buon recupero rispetto a 5 anni prima. Il miglioramento dell’indice di accessibilità trova riscontro anche nella ripresa del mercato dei mutui. Nei primi tre mesi del 2014 le nuove erogazioni (riferite a un campione, altamente rappresentativo, di 88 banche) hanno registrato un incremento superiore al 20 per cento rispetto allo stesso periodo del 2013.

TAG: immobili    mercato    napoli    rapporto immobiliare    agenzia delle entrate    abi    castiglione    news    prima pagina   
Pubblicato in Economia
Devi effettuare il LOGIN/ACCESSO, tramite il modulo in fondo la pagina, per aggiungere COMMENTI. Se non sei già un utente autenticato, devi REGISTRARTI prima tramite lo stesso modulo.

in Evidenza su Economia

Trovaci su Facebook

 
HomeEconomiaMattone, a Napoli vendite a picco nel 2013. Bene i mutui. Top of Page

Ultime Notizie

Questo sito utilizza i cookie per consentire una migliore navigazione

Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.