Mezzogiorno Produttivo

La città tattile e sensoriale. Al via ‘Napoli tra le mani’

Apr 18 Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Esplorazioni tattili per non vedenti, linguaggio dei segni per i non udenti e accompagnamenti personalizzati per persone con disabilità motorie. Per i prossimi dodici mesi Napoli, infatti, sarà teatro dell’iniziativa realizzata dall'Università Suor Orsola Benincasa dal titolo “Napoli tra le mani”.

Il progetto che vede coinvolti in partnership le tre Soprintendenze napoletane - Beni architettonici, paesaggistici, storici, artistici ed etnoantropologici per Napoli e Provincia, Beni archeologici di Napoli e Pompei e quella speciale per Polo museale della città di Napoli – ha l’obiettivo di rendere fruibile per i non vedenti e non udenti alcuni dei luoghi artistici e culturali più belli della città di Napoli.

Un progetto sperimentale, al quale hanno cooperato attivante anche le associazioni a carattere nazionale che si occupano di persone con disabilità come Univoc, Ens, Uici e Dpi, rappresenta un sistema stabile che ha unito in rete, grazie alla sottoscrizione di un protocollo d'intesa valido fino al 2016, tutti i soggetti che hanno contribuito alla sua realizzazione.

"L'obiettivo della Rete "Napoli tra le mani - spiega Ornella De Sanctis, delegata dal Rettore dell'Università Suor Orsola Benincasa alla Disabilità - è quello di garantire a ogni cittadino la possibilità di accesso e di fruizione del patrimonio archeologico e storico-artistico, nel rispetto del principio della ‘visitabilità’, sancito dalle linee guida per il superamento delle barriere architettoniche nei luoghi di interesse culturale".

Il progetto, infatti, prevede di consentire alle persone con disabilità visive di effettuare nei luoghi che fanno parte della rete, itinerari tattilo-narrativo, di superare le barriere della comunicazione per consentire la fruizione degli stessi luoghi anche alle persone sorde e sordo-cieche.

Il primo programma di visite partirà a Gennaio e proseguirà fino a Dicembre 2014 secondo il calendario e con le modalità di fruizione e prenotazione riportati sul sito web www.unisob.na.it/saad

 

Le strutture museali che hanno aderito

-          Museo Archeologico Nazionale

-          Catacombe di San Gennaro e Basilica di Santa Maria della Sanità

-          Duomo e Cappella del Tesoro di San Gennaro

-          Certosa e Museo di San Martino

-          Palazzo Reale

-          Museo di Capodimonte

-          Villa Pignatelli

-          Villa Floridiana e Museo Duca di Martina

-          Orto Botanico

-          Tunnel Borbonico.

Pubblicato in Cultura
Devi effettuare il LOGIN/ACCESSO, tramite il modulo in fondo la pagina, per aggiungere COMMENTI. Se non sei già un utente autenticato, devi REGISTRARTI prima tramite lo stesso modulo.

in Evidenza su Cultura

Trovaci su Facebook

 
HomeCulturaLa città tattile e sensoriale. Al via ‘Napoli tra le mani’ Top of Page

Ultime Notizie

Questo sito utilizza i cookie per consentire una migliore navigazione

Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.